Diario di bordo

un momento dell'adorazione

Venerdì scorso, 9 ottobre, siamo stati invitati, come ogni anno, a partecipare alla prima Messa e veglia notturna per le vocazioni di questo nuovo anno, organizzata dai Padri Sacramentini nella chiesa di Santa Maria di Piazza, a pochi passi da Piazza Arbarello. Con noi sono stati invitati anche i Seminaristi dell’Istituto Internazionale Don Bosco in Crocetta, che si sono occupati di animare l’Adorazione eucaristica, mentre il Seminario Maggiore ha animato la Messa. Abbiamo intervistato Padre Albino Valentini, superiore della comunità, e Padre Antonio Mosca, per sapere qualcosa in più di questa iniziativa e del loro particolare carisma.

Continua...

Ottobre è il mese dedicato alle missioni. Per questo il GAMIS (Gruppo Animazione MISsionaria) del nostro Seminario, ha invitato alcuni sacerdoti della Diocesi che hanno vissuto l'esperienza della missione a presiedere la Messa del lunedì, per condividere, durante lo spazio dell'omelia, la loro esperienza di fidei donum. Il primo a intervenire è stato don Marco Prastaro, direttore dell'Ufficio per le Missioni, per tredici anni fidei donum in Kenya, che ha fatto riferimento sia alla Prima lettura, dal libro di Giona (Gio 1,1-2,1.11), che al Vangelo (Lc 10,25-37). Filippo ha sintetizzato il suo pensiero.

Essere missionario

La prima lettura ci offre la prima parte della vicenda del profeta Giona. Egli riceve dal Signore il mandato di andare a predicare a Ninive, la grande città, per la conversione dei suoi abitanti. Il profeta però, non accetta tale mandato poiché non ritiene possibile che Dio perdoni i peccatori; a suo modo di vedere infatti la giustizia divina consiste nel ricompensare i giusti e punire i peccatori. Perciò, decide di non obbedire al Signore e fuggire.

Continua...

Gli ordinandi Lorenzo, Simone, Andrea e Riccardo

Cinque nuovi sacerdoti la diocesi in festa.

Sabato 3 ottobre in Cattedrale


Sabato 3 ottobre 2015 sarà un giorno importante per la nostra diocesi. Infatti, alle 15.30 in Cattedrale l’Arcivescovo mons. Cesare Nosiglia ordinerà preti cinque uomini che, con cammini molto diversi tra loro, da anni si stanno preparando al dono del presbiterato a servizio di Dio e degli uomini.

Continua...

Ritiro Coazze

Dal 25 al 27 settembre siamo stati in ritiro a Forno di Coazze per l'inizio dell'anno in seminario. Sabato 26 l'Arcivescovo Cesare ci ha fatto visita; Daniele ha ripreso le sue parole.

Andare alla radice

Quando si guarda a Marta e Maria spesso viene posta un’alternativa: azione o contemplazione? Il Vescovo Cesare ha provocato noi seminaristi nel ritiro d’inizio anno per andare alla loro radice comune: l’amore per Cristo, l’amore di Cristo. Solo grazie all’incontro con Gesù vivo nella Chiesa si potrà fare della preghiera servizio e del servizio preghiera.

Continua...

Settimana Santa

"CRISTO, NOSTRA SPERANZA, È RISORTO!

Quando pensiamo alla Pasqua, ci viene subito in mente il Signore Crocifisso con la sua carica di dolore, ma anche di vita che nasce dalla Croce. Quest’anno il tempo pasquale sarà caratterizzato nella nostra Arcidiocesi dall’ostensione della Sindone, che dalla Pasqua trae la forza evocativa di quell’Amore più grande che il Signore Gesù ha donato al mondo intero. La vittoria di Cristo sulla morte che celebriamo a Pasqua è frutto della fede in Dio che lo anima sulla croce e dell’amore che vince l’odio, la violenza e l’ingiustizia. Affidarsi a Dio e amare anche chi non ci ama conduce alla risurrezione, alla vittoria pasquale.

Continua...

quaresima2015

L’Amore più grande

Carissimi, il cammino quaresimale è una lunga e profonda contemplazione dell’amore di Dio verso gli uomini. Un amore che ha trovato la sua massima manifestazione nel Figlio Gesù che ha donato la sua vita per l’umanità peccatrice. Un’umanità che il Signore ha considerato amica e verso la quale Egli stesso, per primo, ha preso l’iniziativa di salvezza. Un’umanità peccatrice che il Signore ha condotto alla salvezza spogliandosi di sé e facendo della volontà del Padre il calice a cui bere.

Continua...

Natale2014

Buon Natale!Auguri per un sereno Natale nella vostra famiglia perché possiate, con l’aiuto del Divino Bambino, mantenere e irrobustire l’unità e la concordia, il dialogo e l’incontro responsabile tra sposi, genitori e figli, anziani e nipoti. Una famiglia come quella di Nazareth dove si possa crescere insieme davanti a Dio e agli uomini. Davanti a Dio, perché la preghiera e la Parola del Signore siano di casa, e la ricerca continua della sua volontà prevalga su ogni altro riferimento, indicandoci la via sulla quale camminare insieme. Davanti agli uomini, perché nel lavoro quotidiano e nella vita della propria comunità religiosa e civile non venga meno l’impegno di testimoniare l’amore e il servizio verso i più poveri.

Continua...

avvento

All'inizio del tempo di Avvento lasciamoci prendere per mano dal Signore e da Maria, per tutto l'anno la Chiesa ci ha accompagnato con un unica cordata dalla Pasqua, che sconfigge la tristezza e la morte, fino al periodo dell' attesa che svela la gioia di una piccola vita che nasce: il bambino che noi aspettiamo è Gesù. Ma questo ultimo sforzo di gestazione dobbiamo percorrerlo slegati dalla cordata, in solitudine. Però non rimanendo freddamente da soli come degli individui, ma come delle vere persone con una autentica e personalissima storia. È vero Cristo è già venuto ma allora che senso ha aspettare  uno che è già venuto?! Non è un banale teatrino di luci colorate.

Continua...

Sottocategorie