Diario di bordo

AVVENTO

Lc 1,5-25

Da non crederci! Quello che è successo a Zaccaria, è proprio un bel colpo di scena. Nella vita di Zaccaria ed Elisabetta, tutto scorreva ormai regolare. Sì, c’era quel problema. Anzi il problema. Non avevano figli e, a quei tempi, la cosa non doveva essere molto ben vista. Qualcuno sicuramente aveva parlato di maledizione, qualcun altro di colpe nascoste, qualcuno si era persino allontanato da quella coppia.

Continua...

AVVENTO

Mt 1,18-24

“Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l'angelo del Signore e prese con sé la sua sposa;” (Mt 1,24): il Vangelo di oggi, con poche parole, ci racconta il matrimonio di Giuseppe e Maria, che attendono con trepidazione la nascita di Gesù. Colpisce il coraggio di san Giuseppe, che sposa la sua fidanzata anche se lei è in dolce attesa del Figlio di un altro Padre, frutto di ben altro Amore!

Continua...

AVVENTO

Mt 1,1-17

Abramo, Isacco, Giacobbe, Rut, Davide... Giuseppe, Maria, Gesù...
Ogni volta che leggo la Sacra Scrittura, mi chiedo: questa pagina che cosa può dire di concreto alla mia vita?
Quand’ero bambino, la nonna mi raccontava la sua infanzia e il modo di vivere dell’epoca.

Continua...

AVVENTO

Lc 3, 10-18

Un fiume, un uomo, una folla che accorre, domande incalzanti, risposte sicure. C’è un forte senso di attesa, un’intuizione di grande cambiamento, qualcosa è nell’aria. Ma nessuno pone la domanda decisiva: sei tu il Messia? La tentazione, per noi, è di rispondere: «Sì!». Tutti ci sentiamo un po’ messia: della famiglia, della fabbrica, della classe, della parrocchia, del comune, di noi stessi.

Continua...

AVVENTO

Mt 17,10-13

Attendere qualcuno che si scopre non arriverà. Rimanerci male, intristirsi, arrabbiarsi, restare delusi. Gesù è uno che sconvolge le convinzioni degli uomini, ciò che essi credevano, ciò che essi speravano. Gesù dà una lettura nuova del passato, del presente e del futuro. Accogliere la buona novella significa convertire il cuore a qualcosa di nuovo, accettare qualcosa che viene donato e che non ci aspettavamo o non volevamo fosse così.

Continua...

Anno della Fede

La voce del Vescovo Cesare

I racconti evangelici che parlano della fede terminano sempre con una forte apertura missionaria. La gente guarita da Gesù non tace l’esperienza che ha vissuto e ne parla a tutti. Parla di Gesù perché tutti possano incontrarlo e gioire della sua presenza. È necessario convincersi che la fede dipende dalla predicazione e che questa si attua per la parola di Cristo (cfr. Rom 10,17).

Continua...

AVVENTO

Mt 11,16-19

Hai mai visto un bambino, come si muove, quando sente un po’ di musica? È naturale, ce l’ha scritto dentro… è quasi irresistibile per lui! E non senti anche tu una particolare musica che suona? Quel ritmo e quella melodia che ti spingono - quasi quasi ti senti chiamato! - a danzare… Quella musica c’è: è la Sua opera, la Sua sinfonia, ciò che Lui sta operando in te! Non senti la Sua armonia?

Continua...

AVVENTO

Mt 11,11-15

Gesù commenta l'apostolato di Giovanni Battista, destinato ad essere ucciso dai capricci di una concubina e dall'ignavia di un re-fantoccio e dice: il Regno soffre violenza e i violenti se ne impadroniscono. La storia ce lo insegna: coloro che vivono con verità alla ricerca di Dio, nella mitezza e nella pace, subiscono violenza e persecuzione. Anche noi, nel nostro mondo civilizzato, corriamo il rischio di essere soggetti a prese in giro e a giudizi impietosi per il fatto di essere persone in ricerca.

Continua...