Diario di bordo

Quaresima

IV Martedì di Quaresima

Gv 5, 1-16

La pagina di Vangelo, che oggi la Chiesa ci regala, contiene in pochi versetti tutta la grandezza, la bellezza e l’assoluta novità del Cristianesimo. Osserviamo: Cristo si avvicina ad un uomo infermo da trentotto anni, presso la porta delle Pecore, alla piscina chiamata Betzatà; vi doveva essere un grande viavai di persone, tale che quest’uomo non si accorge di chi gli si è fatto vicino. Cristo è ad una spanna da lui, ma ancora non “accade” nulla.

Continua...

Quaresima

IV Lunedì di Quaresima

Gv 4, 43-54

Chiedere semplicemente: non cercare la risposta nel potere, ma riponi le tue domande nelle mani di Cristo. Alcune volte basta chiedere, con umiltà, ricordandosi che non bastiamo noi per aggiustare la realtà.

Prima si deve accettare la situazione che ci è offerta: pensate, se il figlio non si fosse ammalato il funzionario non avrebbe mai incontrato Gesù e non si sarebbe mai convertito lui con tutta la sua famiglia. 

Continua...

Quaresima

ADSUMUS

Preghiera dei Cardinali elettori

Siamo qui, Signore Spirito Santo,
siamo qui oppressi dall'enormità del nostro peccato,
ma riuniti in modo speciale nel tuo nome.
Vieni a noi e resta con noi,
degnati di penetrare nei nostri cuori.
Insegnaci che cosa fare,
mostraci il cammino da seguire,
indicaci ciò che dobbiamo fare
perché con il tuo aiuto
possiamo piacerti in tutto.

Continua...

Quaresima

IV Domenica di Quaresima

Lc 15, 1-2. 11-32

Facciamo festa perché questo mio figlio … era perduto ed è stato ritrovato … Un figlio fuggiasco e un padre ricco di misericordia si incontrano dopo un lungo periodo di tormentosa lontananza. Quante espressioni di biasimo potrebbero uscire dalla bocca del padre! Invece solo manifestazioni di amorevole attenzione e cura. Il figlio si credeva irrimediabilmente perduto. Ritrova invece la sua dignità e la forza per sperare ancora e aprirsi a nuovi orizzonti di senso. 

Continua...

Quaresima

III Sabato di Quaresima

Os 6, 1-6

A metà della Quaresima il linguaggio poetico di Osea rimette al centro l’amore del Signore. Il profeta contrappone due modi di amare. L’amore che spesso rischiamo di provare è come nube del mattino e rugiada: immagini affascinanti ma realtà che svaniscono ai primi raggi di sole o agli sbuffi della brezza più leggera. È amore sincero, ma non è capace di cambiare nel profondo. L’amore di Dio è paragonato invece a pioggia di autunno e di primavera: pioggia leggera ma insistente, penetra nelle profondità della terra e la prepara alle stagioni più difficili. 

Continua...

Quaresima

III Venerdì di Quaresima

Os 14, 2-10

Torna Israele, torna popolo cristiano, torna battezzato al tuo Dio... Sì, a Me! A te è rivolto oggi questo invito. Io sono quell'Israele che si è smarrito dietro simulacri prodotti dal suo ingegno, che ha fatto della tecnologia, della scienza e di ogni prodotto delle proprie capacità il suo Dio. L'esaltante esperienza di sentirsi onnipotenti si è andata lentamente tramutando nell'umiliante asservimento a ciò che noi stessi avevamo prodotto: un Dio che non può salvare.

Continua...

Quaresima

Siamo circondati dagli amici di Dio

dall'omelia di inizio Pontificato

"Per ben tre volte, in questi giorni così intensi, il canto delle litanie dei santi ci ha accompagnato: durante i funerali del nostro Santo Padre Giovanni Paolo II; in occasione dell'ingresso dei Cardinali in Conclave, ed anche oggi, quando le abbiamo nuovamente cantate con l'invocazione: Tu illum adiuva - sostieni il nuovo successore di San Pietro. Ogni volta in un modo del tutto particolare ho sentito questo canto orante come una grande consolazione.

Continua...

Quaresima

III Giovedì di Quaresima

Lc 11, 14-23

Oggi siamo abituati a informazioni veloci e ripetute: nell’arco della giornata abbiamo ogni due ore notiziari flash che dovrebbero informarci su quello che accade nel mondo per poter prendere una posizione. Invece si resta….. “muti”, indifferenti. 

Continua...