A... piccoli passi!

Matteo, evangelistauna rubrica "A... piccoli passi!"

Il titolo di questa rubrica periodica è un gioco di parole.

“A” è infatti il nome, o meglio la sigla, del nuovo anno liturgico che inizierà fra poche settimane con l’avvio del Tempo di Avvento (il “capodanno” liturgico della Chiesa è leggermente anticipato rispetto a quello civile!) e ci accompagnerà nel corso dei prossimi mesi.

Leggi tutto: A... piccoli passi!

taccuino di viaggio

Propedeutica: una “piccola Silo”

Come nella Bibbia il piccolo Samuele viveva nel tempio del Signore che si trovava a Silo e chiedeva al Signore di parlargli per poter fare la sua volontà (cf 1 Sam 3), così anche la Propedeutica è la "piccola Silo per la nostra diocesi e per le altre del Piemonte.  

È una comunità che vive a Pianezza e ogni anno i ragazzi che ne fanno parte sperimentano la vita comunitaria e la bellezza della preghiera. È un anno all’insegna della scoperta e dell’approfondimento del disegno che il Signore ha su ciascuno di questi ragazzi. Anche io l’anno scorso ho avuto la grazia di vivere in questa comunità, accompagnato da altri ragazzi provenienti da altre diocesi piemontesi. Insieme abbiamo percorso l’anno mettendoci con sincerità e umiltà all’ascolto della Parola di Dio che è Gesù stesso. 

Leggi tutto: taccuino di viaggio

editoriale

la città sul monteLa Città sul monte

Il nostro Arcivescovo Cesare ha intitolato la lettera pastorale di quest’anno “la Città sul monte”. In essa riprende le cinque vie indicate dal convegno di Firenze, unitamente a una riflessione importante sull’Evangelii Gaudium, alla luce anche delle riflessioni emerse durante l’Assemblea diocesana. Avrebbe potuto intitolarla “Cinque ambiti per la Chiesa di Torino”, avrebbe potuto porre l’accento sul cambiamento che, come Chiesa, siamo chiamati a compiere. Invece lo ha intitolato “la Città sul monte”, come se la Chiesa, popolo di Dio, camminasse con e verso il Signore per illuminare anche il mondo, e mai solo e soltanto se stessa.

Leggi tutto: editoriale

luce del mondo, sale della terra

dorma o vegli, il seme cresce
proposte del Seminario di Torino per giovani e ragazzi

Quando chiediamo ai bambini se sanno cosa sia il Seminario, qualcuno esclama sempre: "è dove si semina!". E a ben vedere,  il piccolo non ha certo torto: in Seminario si semina l'amore per il mistero di un Dio che si fa uomo, si innaffia la pianticella con la sapienza della Parola e delle esperienze di vita, la si pone in relazione con altre pianticelle, sotto la cura di mani abili e generose,  a contatto con il mondo, che a volte è un sole splendente, altre volte una spessa coltre di nubi. Il cammino verso il presbiterato non è, però, qualcosa di esclusivo: tanto a chi lo compie,  e, dando, permette anche di donare.  
Per questo il Seminario, ogni anno,  propone alcune attività nella sua sede in Via Lanfranchi, 10, perché il tesoro che sa di custodire e accrescere nel proprio campo, non resti un segreto, ma possa anche esser a disposizione di chi voglia farsi ricco in Gesù

Leggi tutto: luce del mondo, sale della terra

un anno di parole...

bolle di sapone

Chi mi conosce sa che sono un tipo un po' pazzo. Qualche settimana fa ho deciso di comprarmi quello che da bambino era uno dei regali della nonna più graditi: ho comprato un tubetto per far le bolle di sapone. E mica mi trovavo a casa mia, no!, ero in pieno centro, piazza Vittorio, e soffiavo dentro il cerchio di plastica da cui, come per magia, uscivano bolle più o meno grandi, le quali, a contatto con la luce del sole, sprigionavano mille e mille sfumature. E camminavo contento.

Leggi tutto: un anno di parole...

con gli occhi del Vangelo

La gabbia di vetro che tante volte ci imprigionaFuori dalla gabbia!

“Dove è tuo fratello?" Questa domanda, parafrasata dal racconto di Caino e Abele, ha un’importanza fondamentale. Ci invita a ricercare e curare le relazioni con gli altri, a fare in modo uscire da quella gabbia di vetro in cui ogni tanto ci infiliamo. Il mio fratello, che poi è qualunque persona con cui condivido una parte del mio cammino, è Cristo stesso: non posso essere indifferente a quello che vive!

Leggi tutto: con gli occhi del Vangelo