Articoli Archiviati

Avvento: attesa di una venuta, compimento di una promessa

Il nuovo anno liturgico è appena incominciato e il Vangelo di Matteo, che ci accompagnerà per mano lungo queste cinquantadue settimane verso una più profonda conoscenza del Signore Gesù, ci introduce ora nel misterioso e luminoso clima dell'Avvento.
Che cosa attendiamo lungo queste quattro settimane? Certamente la venuta nella carne del Signore, già avvenuta una volta per sempre, che festeggeremo nell'intima e gioiosa celebrazione del Natale. Ma in questo tempo forte teniamo viva anche l'attesa e la speranza nel ritorno di Gesù Risorto, lo Sposo, colui che "certo verrà e non tarderà".

Leggi tutto...

ASAI: “Ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli…” 

L’amore per Dio è concreto. Così concreto che non si esaurisce solamente nella relazione tra il fedele e Dio stesso. Ma ha bisogno di allargarsi e di traboccare anche all’esterno, e raggiungere le realtà che ci circondano. Cristo deve essere presente lì nei posti in cui viviamo. 

L’esperienza di ASAI (“ASsociazione di Animazione Interculturale”) si colloca un po’ in questo orizzonte. ASAI è una associazione di volontariato che propone iniziative educative e culturali rivolte a bambini, giovani, adulti e famiglie. ASAI si pone come obiettivo di favorire l’integrazione sociale all’interno della città di Torino, di offrire occasioni di crescita personale e culturale, di coinvolgere le diverse risorse dei quartieri (specialmente quelli più vulnerabili) come ad esempio scuole, strutture sportive, cinema, teatri, etc.

Leggi tutto...

‘l përtus

Adorazione Eucaristica con i giovani, in Seminario. Aula Magna strapiena. Sono costretto a mettermi fuori, a stare sul ciglio. Davanti a me due persone che mi precludono la vista del Santissimo: non che serva vederlo per pregare, ma il contatto visivo è comunque qualcosa di importante, come quando due innamorati si guardano negli occhi! Improvvisamente i due si separano un poco: è tra di loro che vedo, nel suo ostensorio, l’Eucarestia, il Corpo di Cristo.

Leggi tutto...

fare spazio a Dio

…un piccolo chicco,
                        semplice,
                               che cade.

Come alcune parole di frère Charles che desideriamo condividere con voi!

Annullarci, ecco il mezzo più potente che abbiamo per unirci a Gesù e fare del bene alle anime. Quando si può soffrire e amare, si può molto, è il meglio di quanto si possa in questo mondo: si sente di soffrire, ma non sempre si sente di amare ed è una grande sofferenza in più! Ma si sa che si vorrebbe amare, e voler amare significa amare. Si pensa di non amare abbastanza: questo è vero. Non si amerà mai abbastanza, ma il buon Dio, che sa con quale fango ci ha plasmati, e che ci ama molto più di quanto una madre possa amare il proprio figlio, Lui che non mente, ci ha detto che non avrebbe respinto chi sarebbe andato a Lui”.

Leggi tutto...

Matteo, evangelistauna rubrica "A... piccoli passi!"

Il titolo di questa rubrica periodica è un gioco di parole.

“A” è infatti il nome, o meglio la sigla, del nuovo anno liturgico che inizierà fra poche settimane con l’avvio del Tempo di Avvento (il “capodanno” liturgico della Chiesa è leggermente anticipato rispetto a quello civile!) e ci accompagnerà nel corso dei prossimi mesi.

Leggi tutto...