RIPARTIAMO DA DIO

GDS21 22

Lo slogan della giornata del Seminario, che sarà celebrata nella seconda domenica di Avvento di quest’anno, è “Ripartiamo da Dio”.  Nel manifesto della giornata il riferimento è ai discepoli di Emmaus: ancora una volta per ricominciare e trovare nuove risorse abbiamo bisogno del Signore che si affianca a noi e ci fa intravedere nuove possibilità di vita e di comunione con lui, per gli altri.

L’anno trascorso, dal settembre del ’20 all’estate del ’21, per la vita del seminario è stato un tempo particolare. Molte delle attività con i giovani e con le parrocchie non son state possibili e la vita comunitaria in seminario ha dovuto adattarsi alle tante precauzioni per la salute.

 

Nonostante tutto questo, con impegno e con l’aiuto del Signore, abbiamo vissuto un anno pieno, senza mai interrompere la vita della comunità, continuando nella liturgia e nella vita assieme. Ancora di più si è consolidato il desiderio della sequela del Signore per poter un giorno donare la vita come presbiteri.

Oggi il “Ripartiamo da Dio” – in primis accorgersi della presenza di Gesù che ci invita a ripartire – per la nostra comunità vuol dire accogliere due “segni” concreti: uno che è una novità, l’altro che è frutto del cammino di alcuni anni.

Il primo sono i cinque nuovi ragazzi – Gianluca, Luca, Saverio, Fabio e Giovanni – che sono entrati a settembre in seminario. Hanno età ed esperienze differenti, ma rappresentano una bella certezza: il Signore continua a proporre la vita del ministero presbiterale a dei giovani che rispondono in un voler approfondire questa chiamata.

Il secondo è la presenza dei quattro diaconi – Samuele, Giacomo, Mauro e Federico – ordinati il 19 ottobre e che attendono l’ordinazione presbiterale il 4 giugno ’22. Hanno fatto un lungo cammino, 6 anni e l’anno propedeutico, ed ora sono alle batture finali della loro formazione che prevede anche 3 giorni nelle parrocchie di servizio a cui sono inviati.

La comunità nell’insieme ha 23 alunni – che comprendono anche due vocazioni adulte – e include anche tre diocesi non torinesi con una persona ciascuna: Asti, Casale e Susa. Sono presenti i formatori, alcuni professori e le sorelle discepole del Vangelo.

L’obbiettivo del percorso di tutti è quello consueto: essere un domani preti in funzione della vita e del bene del popolo di Dio. Si cammina insieme per una maturazione umana, spirituale, teologica e pastorale.

In questa giornata del Seminario tutto il popolo di Dio, la Chiesa che è in Torino, è chiamato a sentirsi responsabile di questo progetto. E’ invitato a pregare per la comunità propedeutica, per i seminaristi, per i formatori, per i giovani che si stanno interrogando e pensano di donare la loro vita nel presbiterato. Infine pregare anche per chi non ha ancora avuto il coraggio di rispondere al Signore. “Ripartiamo da Dio” insieme?

don Antonio Sacco, Vicerettore

Photogallery

VideoGallery