Diario di bordo

aviglianalago

Con un po' di ritardo, pubblichiamo un articolo che il parroco di Avigliana, don Ugo Bellucci, ha scritto per noi del seminario e per tutti gli amici lettori a proposito della settimana di Missione vissuta dai seminaristi e dalle suore ad Avigliana, nella settimana dal 22 al 28 di gennaio. Ringraziamo don Ugo e le comunità parrochiali di Avigliana. 

"IL SEMINARIO TRA NOI! E’ con questo titolo che è stata lanciata la missione nelle parrocchie di Avigliana ed è stato ciò che è accaduto di fatto: ogni ambito della vita ecclesiale è stato raggiunto dalla sua presenza, insieme ad una intensa attività nelle scuole superiori di secondo grado della zona e una sortita al mercato del giovedì.  

Gli effetti di tutto ciò si sono potuti raccogliere nel sorriso e negli occhi di quanti hanno avuto modo di incontrare i seminaristi e i loro formatori. La gioia di quei giorni si è manifestata come autenticamente evangelica perché non è svanita nel nulla e ha pervaso gli animi con la consueta modestia e umiltà che si confanno allo Spirito di Dio. Anche se l’esperienza è terminata, la sua luce scorre nel sottosuolo del nostro quotidiano di comunità parrocchiali e certamente è stata accolta nella lista degli eventi memorabili.

Alla ricchezza degli incontri hanno contribuito in modo essenziale due comunità religiose femminili (Sorelle Discepole del Vangelo e Suore Operaie), ottimamente integrate nel tessuto dell’intera vicenda.

Seminaristi e Sorelle hanno dato una ventata di freschezza perché in loro era evidente come una seria domanda di fede potesse nascere in ragazzi e ragazze come tutti… e se c’è un “più” che hanno mostrato, è nella autenticità, condizione indispensabile di ogni relazione, anche con il Signore. Condizione indispensabile per discernere con i piedi per terra quale suggerimento arrivi dal Cielo, qualunque esso sia, verso la vita consacrata come quella matrimoniale.

Ai ringraziamenti davvero sentiti, si aggiunge un augurio ad ognuno di questi e queste giovani: sfruttate al massimo il tempo della vostra formazione, non sprecate nulla. “Vagliate tutto, trattenete il bello”.

Un caro abbraccio, don Ugo