"...ciò che ti piace!"

piedi sassiINCONTRI


“...La verità è che sono stati gli INCONTRI a fare la differenza...

PERSONE in gamba... che mi hanno fatto DOMANDE più che darmi risposte”.

Così racconta Francesca, 19 anni, riguardo alla sua esperienza di fede*. Abbiamo chiesto ad alcuni giovani di commentare le sue parole rispondendo ad alcune domande. Dalle loro risposte si coglie quanto alcuni incontri siano importanti e motivo di gratitudine. Condividiamo volentieri quanto ci hanno detto, col desiderio che la loro semplice testimonianza di fede giovane, concreta, in cammino, possa raggiungere altri giovani, ma anche chi è chiamato ad incontrarli i giovani, e ad annunciare loro il Vangelo, ponendo domande, nello stile di Gesù.

Perché, secondo te, un incontro con una persona in gamba può fare la differenza nel cammino di fede?
Perché quella persona, dice Giulia, “può diventare un esempio da seguire, verso il bene” e, aggiunge Anna, perché “sa porti la fede nei suoi aspetti più quotidiani e positivi” aiutandoti a scoprire “quanto sia importante l’amore di Dio”. In certi incontri, continua Giuseppe, si possono inoltre “chiarire dubbi, fare delle domande, ricevere stimoli e motivazioni...”.

Ricordi un incontro in particolare, decisivo per te?
“Un prete, che mi ha sostenuto nel mio percorso e continua a farlo” racconta Lorenzo, e così Giulia: “Un sacerdote che mi ha fatto scoprire l’amore di un padre e mi ha fatto capire che la vita va quasi consumata, per il bene”. Giuseppe parla, invece, di “un ragazzo marocchino che, arrivato in Italia, ha deciso di fare servizio in una comunità per minori anch'essi africani”, una testimonianza che lo ha fatto “riflettere sull'importanza di un servizio concreto”.

C’è una domanda che ti ha aiutato a camminare nella fede?
"Perché fai servizio...vai a trovare persone sole...fai gruppo?”: domande che ad Anna e Giuseppe provocano sul loro servizio, su cosa stanno cercando. Per Giulia, invece, emerge il riferimento a Dio, come per Lorenzo, che condivide: “La domanda che ha aiutato il mio cammino è stata: Chi è Dio per te?”.

 

Inoltriamo a ciascuno di voi quest’ultima domanda, augurandovi un cammino con... BUONI INCONTRI!

 

* Il testo di Francesca è tratto dal Sussidio della Pastorale nazionale in preparazione al Sinodo dei giovani 2018.