Diario di bordo

brocheroil Cura Brochero

Il nostro appuntamento settimanale con il caffè gamis ha visto la presenza di un testimone della fede davvero speciale! Il santo cura José Gabriel Brochero. Un prete Gaucho vissuto in Argentina tra la fine dello 800 inizi 900. Un prete diocesano che ha vissuto attento alla sua gente, alla sua parrocchia e ai più bisognosi. La sua parrocchia copriva ben 200 chilometri quadrati alle pendici della sierra al confine con il Cile, in una terra aspra bruciata dal sole e dal vento. Papa Francesco lo definirebbe come il pastore con l'odore delle pecore! Assieme alla sua immancabile mula, dalla bella frangetta bianca, percorreva i sentieri che lo portavano di casa in casa a portare l'annuncio di Cristo, i sacramenti e il conforto spirituale a quelli che vivono lontano dalla sua casa. Con loro celebrava la Santa Messa e poi si sedeva con gli abitanti della casa per prendere un mate e per discutere dei problemi che affliggevano la famiglia e per trovarne le soluzioni insieme.

Nel corso della sua lunga vita ha fatto costruire strade, ponti, scuole e addirittura ha sostenuto le spese per costruire un braccio di ferrovia. Oltre al benessere fisico cercava con la sua azione pastorale la cura delle anime: da subito a propose gli esercizi spirituali alla sua parrocchia. Uomini e Donne a dorso di mulo percorrevano tre giorni di marcia per andare a Cordova, dai padri Gesuiti, per vivere gli esercizi. I frutti si riconobbero subito! Dai suoi esercizi ritornarono padri e madri, Uomini e Donne, fratelli e sorelle che vivevano con un cuor solo e un'anima sola convinti di vivere in una sola Grande Famiglia Cristiana. Dove tutti si rispettano e si aiutano a vivere la verità del Vangelo incarnato nel Figlio di Dio e nel volto dei fratelli. Oggi il cura Brochero ci spinge a portare a tutti la Misericordia di Dio. Pregate Dunque il padrone della messe perché mandi operai nella sua messe!
 
Alessandro V.