inizio anno

Ci sono qui sei anfore! 

È ricominciato un nuovo anno della vita del Seminario di Torino, del nostro seminario! Sì, nostro non solo dei seminaristi o dei formatori, ma anche e soprattutto della Diocesi, di ciascuno, di ogni buon Cristiano di questa Diocesi di Torino, ed è ancora più nostro nella misura in cui ci affezioniamo ad esso, ai seminaristi , alla equipe dei formatori, e rimaniamo legati al Seminario con la preghiera, l'amicizia e il sostegno!

L'anno è cominciato giovedì 21 al mare, località Sestri Levante. Siamo rimasti lì fino alla domenica per alcuni giorni di ritiro e di riposo. Venerdì 22 al mattino abbiamo avuto la gioia di avere con noi il nostro Vescovo Cesare che ci ha dettato una meditazione: "Donare e ricevere gratuitamente! Questa è l'ottica della vocazione e del discernimento nel tempo del Seminario. Nella vocazione al sacerdozio siamo chiamati senza merito, e nel discernere il progetto di Dio dobbiamo comprendere e attuare il disegno del Signore, donandoci a lui interamente!" 

Sabato invece è stato don Ferruccio il rettore a aiutarci nella meditazione personale: "Maria è il nostro aiuto per conformarci a Cristo: lei è discepola e madre. Lei continua a ripeterci sempre come a Cana: Fate ciò che vi dirà! Se sapremo donare tutta la nostra acqua nelle giare, cioè la nostra vita, il Signore la trasformerà in vino nuovo per il bene di tutti gli uomini!". 

Domenica mattina è stata dedicata alla preparazione del calendario del nuovo anno e alla celebrazione della Messa domenicale. Siamo poi rientrati in seminario per i secondi vespri della domenica, e l'anno è ricominciato.



Mi presento: sono
Samuele,
sono nato nel 1996, sono originario di Poirino. Ho frequentato il liceo classico a Chieri. L'anno scorso ho fatto la propedeutica a Pianezza e a settembre di quest'anno ho iniziato il Seminario Maggiore. Sono contento di aver iniziato questo percorso in ascolto del Signore. La mia rubrica si chiama "Taccuino di viaggio" in cui renderò partecipi i miei lettori di alcune chicche della mia vita, di quella del Seminario e della Chiesa!