Diario di bordo

è tempo di ri-posare

Gennaio è il mese più impegnato, in Seminario. Si parte con gli esami: chi due, chi tre, chi quattro esami, tutti preparano qualche materia, ciascuno si prodiga, durante il giorno (e qualcuno pure durante la notte!), nello studio, chi in modo calmo, ordinato, chi invece trafelato, ma sempre e comunque appassionato. Ciò che studiamo è preghiera, perché ci aiuta a conoscere Dio un po’ più da vicino, e dunque a conformare anche la nostra vita a quella del Suo Figlio. Immancabilmente, prima di un esame, chi si sente sicuro, chi invece ripete, come un mantra, “non so nulla, non so nulla, non so proprio nulla!”. Il Seminario, tutto concentrato, vive in questo mese il momento più riflessivo, ma certamente anche più intenso: studiare e preparare gli esami toglie forze e, nel donare conoscenza, comunque porta con sé tanta stanchezza.

 Terminati gli esami, ci si dedica, durante una settimana o un week-end, alla Missione. Essa ci aiuta a mettere in pratica ciò che abbiamo imparato, non solo nelle nostre parrocchie, ma anche in altre, per le strade, con chi non crede. Quest’anno la Missione di tre giorni, conclusasi oggi, è stata a Borgaro: “Gioia è star con Te”, recita il motto di queste giornate. Un filo conduttore, la gioia, che ci ha portato a parlare con tutti: giovani, bambini, anziani, adulti, credenti o meno. Con l’ausilio delle nostre sorelle e delle Suore Operaie, abbiamo portato quella fiamma viva, luminosa della Parola di Dio che, donandosi a noi sulla croce, è esplosa di gioia indicibile nella Resurrezione.

Che fare ora? Dopo aver dormito poche ore per studiare, sulle brande in un salone durante la Missione; dopo aver pregato ma anche tanto, tanto operato, ora è il momento del riposo. Riposare significa posare di nuovo. Il capo sul cuscino, per recuperare il sonno: certamente. Ma anche ri-posare il capo sul petto del Signore, come Giovanni, il discepolo amato, per ascoltare quelle parole di vita che sgorgano dal petto di Gesù; per fare questo è necessario il silenzio e il raccoglimento. Gli esercizi spirituali, che iniziamo questa sera a Bocca di Magra (SP), ci aiuteranno certamente a posare il nostro capo su Colui che è la nostra gioia, il nostro riposo, la nostra grinta! Pregate per noi.