Diario di bordo

borzagaAlcuni seminasti di Torino e Aosta, in occasione della beatificazione in Laos del Beato Mario Borzaga OMI, si sono recati in pellegrinaggio a Trento, dove Borzaga è nato, per vivere la Messa di ringraziamento per il nuovo beato, e conoscere la sorella del Beato, Lucia. Paolo, seminarista di V teologia, ci offre uno spunto di riflessione.

vivere il Vangelo: donare la vita

Sabato 10 e domenica 11 dicembre alcuni miei compagni ed io siamo andati a Trento per un’occasione del tutto speciale: la beatificazione di padre Mario Borzaga, missionario degli Oblati di Maria Immacolata, il quale venne martirizzato in Laos nel 1960.

Il Signore oltre a farti il dono di poter partecipare alla celebrazione ci ha anche permesso di conoscere la sorella del beato, Lucia Borzaga.

È stato bello incontrarla personalmente nella casa di famiglia, luogo in cui è nata la vocazione del beato Mario. Il dialogo con Lucia, la sua testimonianza ci ha permesso di sentire ancora più vicina la presenza del fratello: i racconti della sua fanciullezza, gli affetti e anche i momenti più dolorosi, come quello del saluto nel lontano 1957 quando Mario parti per il Laos senza mai più tornare.

La fede è davvero disarmante, ringrazio il Signore per questo testimone del vangelo, il quale con coraggio ha saputo donare la propria vita; ancora una volta ho la conferma che, quando si vive per un valore grande si è capaci di andare fino in fondo donando se necessario anche la vita.