ASAI: “Ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli…” 

L’amore per Dio è concreto. Così concreto che non si esaurisce solamente nella relazione tra il fedele e Dio stesso. Ma ha bisogno di allargarsi e di traboccare anche all’esterno, e raggiungere le realtà che ci circondano. Cristo deve essere presente lì nei posti in cui viviamo. 

L’esperienza di ASAI (“ASsociazione di Animazione Interculturale”) si colloca un po’ in questo orizzonte. ASAI è una associazione di volontariato che propone iniziative educative e culturali rivolte a bambini, giovani, adulti e famiglie. ASAI si pone come obiettivo di favorire l’integrazione sociale all’interno della città di Torino, di offrire occasioni di crescita personale e culturale, di coinvolgere le diverse risorse dei quartieri (specialmente quelli più vulnerabili) come ad esempio scuole, strutture sportive, cinema, teatri, etc.

Io sto vivendo questa esperienza di volontariato e do un aiuto per il doposcuola di ragazzi delle medie. Sono molti i ragazzi stranieri che vengono al doposcuola, ma ci sono anche alcuni italiani. L’equipe di volontari è formata da ragazzi maggiorenni e anche signore e signori pensionati. A ciascun volontario sono affidati alcuni ragazzi e insieme si fanno i compiti, cercando di ragionare bene sulle cose che si trovano e di superare eventuali difficoltà. 

Io la vivo ripetendomi spesso la frase che è il motto del nostro Santo Giuseppe Benedetto Cottolengo: “La carità di Cristo ci spinge”. Mi sto impegnando per stare vicino ai ragazzi con molta semplicità e simpatia, dando loro una mano nello studio e cercando di creare un dialogo più profondo. E sono contento di poter stare vicino a questi ragazzi. E guardo al Signore: “…l'avete fatto a me”.

 



Mi presento: sono
Samuele,
sono nato nel 1996, sono originario di Poirino. Ho frequentato il liceo classico a Chieri. L'anno scorso ho fatto la propedeutica a Pianezza e a settembre di quest'anno ho iniziato il Seminario Maggiore. Sono contento di aver iniziato questo percorso in ascolto del Signore. La mia rubrica si chiama "Taccuino di viaggio" in cui renderò partecipi i miei lettori di alcune chicche della mia vita, di quella del Seminario e della Chiesa!


VideoGallery