‘l përtus

Adorazione Eucaristica con i giovani, in Seminario. Aula Magna strapiena. Sono costretto a mettermi fuori, a stare sul ciglio. Davanti a me due persone che mi precludono la vista del Santissimo: non che serva vederlo per pregare, ma il contatto visivo è comunque qualcosa di importante, come quando due innamorati si guardano negli occhi! Improvvisamente i due si separano un poco: è tra di loro che vedo, nel suo ostensorio, l’Eucarestia, il Corpo di Cristo.

In un mondo in cui talvolta l'altro mi è di impedimento, in cui talvolta vorrei che l’altro non esistesse, in cui posso pensare che l’altro mi sia d’intralcio nel mio rapporto con l’Altro, ecco che perdo di vista il luogo in cui Dio si manifesta: in mezzo a noi, nel volto degli altri. “Dove sono due o tre  riuniti nel mio nome, Io sono in mezzo a loro”. In mezzo a noi, sappiamo vedere o creare quella piccola apertura, quel piccolo pertugio attraverso cui Dio salva noi, insieme, mai senza, sempre insieme all’altro?

Ciao, sono Emanuele!
sono nato nel 1994 e vengo da Leini, un paese in provincia di Torino. Dopo il liceo classico sono entrato in propedeutica e, di lì, sono approdato alla comunità del Maggiore, dove mi sopportano ormai da tre anni! Mi piace leggere, cucinare, viaggiare e soprattutto... parlare! Credo che proprio per questo mi abbiano chiesto, insieme a Federico, di occuparmi di tutto ciò che concerne media e comunicazioni in Seminario. Nel nostro blog 'le Parole' scrivo la rubrica 'Luce del mondo, sale della terra', affascinato dalla testimonianza che, come cristiani,  siamo chiamati a dare in qualunque cosa facciamo. In questo senso credo in un Seminario aperto verso l'esterno, perché sia segno per il e in ascolto del mondo: questo anche il senso del mio impegno con il sito e sui social.

VideoGallery