Chiesa del Seminario Maggiore

La formazione pastorale

"La formazione pastorale costituisce il fine e la cifra di tutta la formazione presbiterale. Non si tratta in primo luogo di offrire tecniche e metodologie, corsi speciali e tirocini, ma di educare a un modo di essere che unifichi e orienti l’intera personalità: lo stile del pastore, chiamato a identificarsi con Cristo Pastore e a fare proprio il suo amore per il gregge, fino a dare la vita" (FP n. 101).

Durante il nostro cammino di formazione ci sono alcune esperienze pastorali, che, nonostante la loro brevità, sono importanti per far crescere in noi il desiderio e l’attitudine ad essere pastori.
Ogni sabato e domenica prestiamo servizio in una delle parrocchie della Diocesi: è bello sperimentare, fin dagli anni del seminario, la bellezza di servire il Signore tra la gente, conoscere da vicino la vita del pastore, "farsi tutto a tutti"…
Durante l'estate, poi, questo tirocinio pastorale personale diventa più profondo e completo nei campi estivi per i ragazzi e i giovani, e negli oratori parrocchiali.
Ci sono anche le attività pastorali comunitarie, come le veglie di preghiera in seminario rivolte ai giovani della Diocesi, le giornate e le settimane vocazionali, che ci offrono la possibilità di dare la nostra testimonianza di fede e ci allenano a lavorare insieme sia nella fase progettuale sia in quella della realizzazione e verifica del progetto.

Sono poi una caratteristica del nostro seminario le due settimane di volontariato, le tre settimane "in missione" in paesi lontani dal nostro, e la forte esperienza spirituale, da compiere da tutti i seminaristi, una volta, nell'arco dei sei anni di formazione.