IL NOSTRO ARCIVESCOVOMons. Cesare Nosiglia
MONS. CESARE NOSIGLIA

La scheda dell'Arcivescovo con le sue stesse parole

L'inizio del Credo del nostro Arcivescovo: "Io credo in Dio, che mi ha scelto e amato fin dal grembo di mia madre, mi ha chiamato alla vita perché aveva su di me un suo progetto d’amore. Rinato nel Battesimo alla vita divina, ho imparato a conoscere e amare il Signore Gesù Cristo dai miei genitori, testimoni di una fede semplice e vera, radicata nella laboriosità e nel sacrificio di ogni giorno" ("Sulla tua Parola getterò le reti").
Il motto del suo stemma di Vescovo: "Caritas congaudet veritati": La carità si rallegra della verità (1Cor 13,6).
La verità da cui bisogna partire nel cammino cristiano: "La scoperta della vita come vocazione all'amore che trova la sua piena felicità nel dono di sé, conduce a gestire con gioia, serenità e forza interiore il proprio futuro e a scegliere quella via che lo Spirito rivela nell'animo come la più bella e buona, anche se impegnativa, perché assicura la vera realizzazione di sé e fa esistere pienamente al cospetto di Dio"  ("Sulla tua Parola getterò le reti", n. 13a).
Il suo primo saluto ai giovani: "Voi siete le sentinelle che alzano la voce per annunciare a tutto l’accampamento che giunge l’alba di un nuovo giorno. Quest’alba di vita e di speranza è Cristo: Egli è qui alle porte, ed è in mezzo a noi […]Ecco che cosa vi chiedo cari amici: osare in nome del Signore. Non accontentatevi di ciò che siete e che fate: siate ambiziosi di puntare in alto, verso un di più di amore e di generosità" (Torino - Santo Volto, 19.11.2010).
L'impegno della diocesi in campo vocazionale: "Alle iniziative che il Centro diocesano vocazioni, i Seminari e tanti Istituti religiosi svolgono deve corrispondere una rete di impegni quotidiani e mirati da parte dei sacerdoti ed educatori nelle parrocchie, nelle associazioni e movimenti, con l'apporto delle stesse famiglie" ("Sulla tua Parola getterò le reti", n. 13b).
Alcune date della sua vita:
5.10.1944 : nasce a Rossiglione, provincia di Genova e diocesi di Acqui
29.6.1968: è ordinato sacerdote nella diocesi di Acqui
6.7.1991: è nominato vescovo ausiliare di Roma
14.9.1991: è ordinato vescovo
19.7.1996: è nominato vicegerente di Roma con il titolo personale di Arcivescovo
6.10.2003: vescovo di Vicenza   
11.10.2010: è nominato Arcivescovo di Torino
21.11.2010: ingresso in diocesi.