Diario di bordo

WhatsApp Image 2022 03 31 at 12.38.46

VI HO CHIAMATO AMICI

“Vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a voi.” (Gv 15,15). Per me è questo il versetto che accompagna e affianca il volto di don Nino. Non è facile trovare le parole per raccontarlo. Sono davvero tanti gli anni trascorsi, i luoghi vissuti, ma specialmente le storie, le parole, gli sguardi, i sorrisi condivisi con lui. Credo sia impossibile riassumere la relazione che ho vissuto con don Nino, specialmente per l’immensità dei doni che ho ricevuto.

Sono impressi nel mio cuore tantissimi colloqui personali e tantissime chiacchierate con quella sua capacità unica di stimolare l’immaginazione, ma allo stesso tempo di andare in profondità e smuovere le corde più profonde dell’anima. E tutto ciò don Nino lo viveva con stupore: unica era la sua capacità di meravigliarsi di fronte ad ogni vita che cresceva.

Negli ultimi anni trascorsi in Seminario Maggiore, dove era un assiduo frequentatore dei momenti fondamentali della comunità come la Liturgia delle Ore e la Lectio del giovedì sera, don Nino è stato una presenza decisiva per ricordarmi l’importanza del passato. I dialoghi erano un ricordare in maniera delicata ed affettuosa le persone e gli episodi che avevano segnato la sua vita di prete, donata in maniera unica ai ragazzi e alle ragazze. In questi racconti emergeva quanto era decisivo per don Nino l’importanza di fare memoria della propria storia personale: dalla famiglia ai suoi primi anni in seminario, dall’essere insegnante di religione alle estati trascorse con tantissimi giovani. Mi accompagnava a guardare al passato, alle relazioni e alle persone importanti per poi volgere subito lo sguardo al futuro, perché è solo sapendo con chi stai viaggiando che sei consapevole dove stai andando.

Infine mi ha sempre testimoniato con forza a vivere la prudenza. In ogni situazione e relazione don Nino mi invitava ad avere pazienza, perché non si è mai sicuri. Ecco l’attenzione continua ad evitare giudizi, a non esagerare nei commenti e nella foga. Don Nino, guardando al Signore, mi ha sempre resa viva la Speranza che Dio cammina con Dio e quindi tutto concorre al bene. Più volte, dalla sua voce e dalla sua vita, mi ha ripetuto le parole di Gesù: “Vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a voi.”

Fabio B.